NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Sanificazione condizionatori split e fan-coil - Video

Visualizza il video

Visualizza il video (English version)

Negli ambienti confinati gli impianti di climatizzazione non solo svolgono le funzioni di controllo dei parametri termici, ma anche quella di filtrazione di tutte le particelle presenti in aria.

Una diretta conseguenza di questa funzione è l'accumulo di contaminanti chimici e microbiologici che, saturando l'impianto, lo trasformano paradossalmente in sorgente di inquinamento e contaminazione.

Oltre ad ovvie implicazioni igienico-sanitarie, ciò determina un maggior costo di gestione dell'impianto per l'aumentata resistenza che incontra l'aria, la diminuita efficienza delle batterie di scambio termico e l'accelerazione del naturale processo di corrosione dell'intero sistema.

Queste problematiche non si risolvono con la normale manutenzione che si occupa della funzionalità meccanica dell'impianto e della pulizia e/o sostituzione dei filtri grossolani.

Per verificare lo stato iniziale dello split viene effettuata la misurazione delle polveri sottili che ne fuoriescono mediante il Contaparticelle Laser, strumento capace di effettuare il conteggio in tempo reale.

Il lavoro quindi inizia con l'asportazione dei filtri grossolani, viene smontata la carcassa esterna per accedere alla batteria di scambio termico, la quale viene dapprima liberata dalle polveri non aderite.

Successivamente si cosparge il tutto con una specifica schiuma ad alto potere detergente e penetrante che permette il totale distacco dello sporco presente.

Tutte le superfici esposte, quindi, vengono trattate con getti di vapore secco a 150 °C mediante attrezzatura che contemporaneamente aspira tutto lo sporco rimosso.

Il vapore secco ad elevata temperatura ha la capacità di pulire e sterilizzare anche le parti meno accessibili.

Successivamente il tutto viene disinfettato mediante specifico sanificante approvato dalla Organizzazione Mondiale della Sanità.

Nella canaletta di scolo della condensa vengono collocate compresse di disinfettante solido a lento rilascio che assicurano la disinfezione fra un intervento e l'altro.

Anche i filtri e la carcassa esterna vengono accuratamente puliti e disinfettati.

Viene effettuata quindi la verifica del particolato dopo la pulizia.

Per quanto riguarda i fan coils, vengono asportati i filtri, si effettua la aspirazione delle polveri non aderite, successivamente le parti interne vengono cosparse di schiuma detergente anche con ventola accesa per far sì che il detergente possa arrivare uniformemente anche negli spazi inaccessibili.

Dopo che la schiuma ha agito, il tutto viene trattato con getti di vapore ad alta temperatura per assicurare la totale sterilizzazione di tutte le parti.

Anche i filtri e la griglia esterna vengono meticolosamente puliti e disinfettati.

La totale disinfezione viene assicurata mediante irrorazione di specifico disinfettante.

Nella canaletta di scolo della condensa vengono collocate compresse di disinfettante solido a lento rilascio che assicurano la disinfezione fra un intervento e l'altro.